La mia partecipazione a WRTC 2022

Questa è un pagina con aggiornamenti successivi:
 ▸ Che cos'è il WRTC?
 ▸ La mia prima volta...
 ▸ Come fare?
 ▸ Categorie di "Clienti"...
 ▸ In conclusione...
 ▸ Le attivazioni continuano...
 ▸ Con aprile, altre soddisfazioni
 ▸ Maggio 2022: piccolo traguardo personale...
 

Qualche giorno pima della fine del 2021, ricevo una mail sul mio account personale. È Icilio, IK7IMP, il nostro presidente di ARI Lecce, che ci informa che siamo stati invitati a partecipare come "attivatori" all'evento «WRTC Award 2022» che consta di ben 12 nominativi speciali (dieci tipo "IIxWRTC", più due leggermente diversi per Sardegna e Valle d'Aosta) per un evento dedicato alla promozione del "World Radio Team Championship".

WRTC 2023 - Gennaio IK7XJA

In pratica, dovremmo, con le nostre stazioni ed insieme ad altri colleghi della zona 7, utilizzare il nominativo speciale ed effettuare chiamate, caricando i log su una apposita piattaforma on-line che permetterà agli attivatori di essere presenti in aria nelle diverse frequenze e modi, senza sovrapposizioni. Contestualmente, gli "hunters" (i nostri corrispondenti) saranno in grado di controllare i risultati raggiungi dall'area web pubblica...

Un discorso davvero interessante!

Che cos'è il WRTC?

WRTC 2023 - Italia

Per farla semplice, mi affido a Wikipedia, dove è disponibile una voce per il WRTC: "Il World Radiosport Team Championship è una competizione radioamatoriale a livello mondiale. La partecipazione è solo tramite invito e l'ingresso a ogni WRTC quadriennale richiede la qualificazione in posizioni elevate nei principali concorsi radioamatoriali mondiali. Il principio principale del WRTC è quello di fornire condizioni di parità per i concorrenti qualificati di tutto il mondo per competere l'uno contro l'altro utilizzando stazioni radioamatoriali situate in aree con lo stesso terreno di propagazione e dotate di antenne identiche, operando sotto gli occhi attenti di arbitri qualificati. Ogni evento WRTC è organizzato da un gruppo di volontari di Radioamatori nella località in cui si svolgerà la competizione con l'aiuto di un comitato permanente di concorrenti riconosciuti a livello internazionale. Il WRTC è la cosa più vicina a un campionato del mondo nello sport. Nel 2018 sono state coinvolte oltre 1000 persone con un costo di oltre mezzo milione di euro."

Quindi, chi farà più punti con le nostre stazioni "speciali", sarà invitato all'evento come "atleta". Ovviamente, i quattro anni, scadono nel corso del 2022 ma la gara, eccezionalmente ed a causa del problema pandemico, si terrà nel corso del 2023. I precedenti campionati si sono svolti in diversi luoghi nel mondo: ad esempio, nel 1990 a Seattle, nel 2002 in Finlandia, in Russia nel 2010, a Boston nel 2014 ed, infine, in Germania nell'ultimo WRTC del 2018; nel 2023 la sede della gara sarà l'Italia, precisamente in Emilia-Romagna. Maggiori informazioni sul sito del WRTC.

WRTC 2023 - Italia

Intanto, si corre con l'attivazione dei nominativi speciali per delle vere e proprie "gare di qualificazione".

La mia prima volta...

La piattaforma messa a disposizione dagli organizzatori è davvero ben fatta: permette di caricare il QSO appena fatto sia interfacciando alcuni programmi per PC molto usati (purtroppo disponibili solo su piattaforma windows...), sia usando direttamente da browser la semplice interfaccia WEB che rappresenta un vero e proprio log on-line da "contest".

WRTC IK7XJA Desktop

Personalmente, mi sono organizzato con il Keyer MFJ-495, interfacciato mediante la porta seriale al computer di stazione e, con apposite "macro" sul software "CuteCom", un programma che mi permette di digitare il Call ricevuto, trasmettere il rapporto di ricezione ed i saluti e, mediante il semplice "copia / Incolla" di Linux, trasferire il call sulla piattaforma web... Un lavoro, almeno apparentemente, facile

WRTC IK7XJA: la parte informatica

Il mio unico problema è stato essere qui per la prima volta in assoluto: mancando di precedenti esperienze è stato davvero tragico!

Per la prima volta, infatti, mi sono trovato di fronte ad un muro insormontabile di Pile-Up! Le stazioni erano così tante e così vicine che nessuna nota era distinguibile: era praticamente impossibile riuscire a discriminare i vari segnali (ovviamente ad orecchio: in queste situazioni, nessun decoder è in grado di lavorare e, comunque, mi vergognerei anche a provarci...).

Come fare?

IK7XJA, Qualification Standing

E niente: in questi casi ci si organizza con i filtri... ho usato il DSP del mio FT-1000MP, il filtro stretto a 500 Hz e, non avendo altro, ho ristretto la banda passante tramite i comandi di Width e Shift, davvero formidabili in questi casi.

Inoltre, ho constatato che nessuno è mai perfettamente in isoonda: bastano poche decine di Hertz, sopra o sotto, per permettere di discriminare bene i vari segnali; solo con questi piccoli accorgimenti ho potuto cominciare a lavorare.

Quando il Pile-up è alto, è necessario seguire alcune regole, che ho "rubato" ai colleghi più esperti: i primi da lavorare sono quelli che arrivano troppo forti... Un segnale forte impedisce di ascoltare quelli deboli: meglio toglierseli davanti subito.

I secondi sono quelli che vanno "lenti": i lenti disturbano e impediscono di capire gli altri... Via, subito

Sgrezzato il pile-up in questo modo, ho continuato insistendo su chi volevo copiare, cercando di limitare la "tracotanza" di tanti che desiderano passare subito e ad ogni costo: copiate le iniziali del Call, ho cercato di ripeterle per far capire che volevo lavorare solo quello.

È buona educazione rispettare sempre ciò che la stazione DX (in questo caso io) dice.

Altra regola: ripetere spesso (ad ogni passaggio) il proprio identificativo: questo evita di avere continui "?" in frequenza di coloro che sono capitati lì e, sentendo il pile-up, vorrebbero conoscere chi è la stazione chiamante. Cosa, tutto sommato, comprensibile...

Categorie di "Clienti"...

Dopo oltre due mesi passati ad usare il nominativo speciale II7WRTC, mi piace scherzare un pochino sulla "varia umanità amatoriale" incontrata durante le sessioni di chiamata in telegrafia.

Prima di tutto è davvero curioso come un nominativo speciale attiri frotte di persone, alcune delle quali, a giudicare dall'incedere stentato del loro CW, probabilmente solo tra molto esercizio saranno in qualche team di attivatori o dxers. Ma, tra tutti, si delineano diverse categorie, alcune delle quali, possibilmente, da evitare...

L'accordatore
È colui che si fa annunciare da una prolungata nota di accordo, rigorosamente in isofrequenza e, spesso, con un segnale da 9 e più. Non gli importa che, sotto, ci siano colleghi che stanno dando il meglio di sé per collegare la stazione DX: lui passa sopra a tutti e, in preda allo stesso HAM Spirit di Attila il Terribile, lancia all'attacco il suo lineare a valvole anteguerra. Personalmente gli legherei il dito indice alla tensione anodica del suo inutile trabiccolo...

Il pignolo
È quello che fa la chiamata completa, ripetendo due volte il nominativo della stazione DX (il mio call speciale, in questo caso...) e due volte il suo, pur arrivando con un segnale oltre il nove... Ovviamente, lento, "così si copia meglio", noncurante delle orde di colleghi che stanno venerando, con apposite preghiere, i suoi antenati sia da parte di padre che da parte di madre.

L'insicuro
È quello che, nonostante gli hai ripetuto già due volte il suo call, te lo ripete nuovamente in chiusura collegamento... Probabilmente ha paura che la stazione DX cambi idea e modifichi una o più lettere del suo nominativo...

Il sordo
È quello che continua a chiamare, senza curarsi del fatto che, per già una quindicina di volte, hai ripetuto il suo nominativo e passato il 599 di default. Ma lui niente... imperterrito, continua a chiamare: a volte mi sorge il dubbio che, questi OM, siano in QSO con qualcun altro che non ascolto...

L'indolente
È colui che chiama, chiama, chiama senza fare alcuno sforzo per ascoltare se gli rispondi o meno... In pratica attende che il tuo segnale gli arrivi sempre più forte sino a sfondargli il cono dell'altoparlante e, dopo aver fatto fare una piroetta all'ago dello strumento, questo lo punga in fronte, facendogli capire che ciò che la stazione DX sta ripetendo è proprio il suo nominativo. L'indolente non è mai solo: nei momenti del più terribile pile-up ascolti un tappeto di indolenti che chiamano e si disperano, come se stessero facendo un QSO tutto loro sulla tua stessa frequenza. Se Dante fosse stato un radioamatore, avrebbe riservato loro un apposito girone dell'Inferno...

Il veloce
È quello che arriva male, nel QRM, ma tiene una velocità maggiore della tua, continuando a chiamare, velocissimo, con il suo call di E, I ed S frammiste a D e B... E, incurante del fatto che la tua velocità è molto più bassa della sua, chiama immediatamente dopo di te, senza dare ai tuoi relé il tempo di commutare... In qualsiasi sport lo escluderebbero... per doping...

Il cordiale
È quello che è felice d'aver fatto il QSO e, alla fine, si sbraccia nei più disparati saluti, baci ed abbracci... insomma, un tripudio alla gentilezza: ma basterebbe anche solo un «TU» e, se proprio vogliamo esagerare, un «73».

Il secco
È colui che arriva bene, supera gli altri e, quando gli tocca, ti da un 599... e basta... secco, preciso, senza fronzoli. Ti lascia basito (almeno un «TU» metticelo...) ma, se fossero tutti come lui, sarebbe davvero bello!

In conclusione...

Il Team di II7WRTC

Nel momento in cui scrivo, il call speciale "II7WRTC" è attivo da una decina di giorni, operato da una trentina di stazioni sparse in tutta la Puglia (al momento 29); di queste, ciascuna ha il suo modo operativo preferito. Personalmente, insieme ad un manipolo di altre stazioni, opero soltanto in telegrafia. Nonostante i primi passi, certamente malfermi, mi trovo ad aver raccolto oltre 1500 QSO in 11 giorni: non penso sia un cattivo risultato per uno, come me, alla prima "attivazione" con un call importante e provvisto solo di radio e verticale o dipolo.

Come tutte le cose, quando c'è la passione, non bisogna fermarsi: è sbagliato dire "a me questo non piace" se prima non si è provato. Qualsiasi attività, sportiva o meno, deve essere verificata di persona e, prima di farlo, è necessario organizzarsi e prepararsi al meglio delle proprie possibilità per eseguire tutto con calma e professionalità. Eppoi, rimane da considerare che è un ottimo esercizio per il prossimo Contest CQWW CW

Alla fine si potrà scegliere, a ragion veduta, ciò che, di questo nostro grande hobby, piace o meno.

Le attivazioni continuano...

Le attivazioni con i nominativi speciali continueranno sino a luglio ed ogni mese è previsto un attestato che certifica il punteggio raggiunto:

WRTC 2023 - Febbraio IK7XJA

E, dopo febbraio, viene marzo:

WRTC 2023 - Marzo IK7XJA

Con aprile, altre soddisfazioni

WRTC 2023 - Aprile IK7XJA

Anche aprile ha il suo bell'attestato di partecipazione come stazione "cacciatrice" ma c'è dell'altro...

Già dai primi giorni di Gennaio, lo staff WRTC2022 Award aveva interessato il Guinness World Record, presentando una richiesta sul loro sito per il "Largest number of amateur radio contacts in one year" (anche perché è più facile e veloce superare un record già presente piuttosto che indire una sfida per un nuovo record...).

Per dare maggior risalto a tutto il lavoro dagli attivatori, si è pensato di fermare il cronometro al milionesimo QSO, e certificare già a quel punto l'evento per il GWR.

La procedura, piuttosto complessa, prevede che ci siano 2 testimoni e che sia necessario filmare l'evento.

Per evitare che il milionesimo QSO venisse fatto molto lontano ed obbligare gli organizzatori a fare un viaggio lungo la penisolea italiana, è stata bloccata la macchina dei QSO quando si stava per arrivare al milionesimo contatto, permettendo di spostarsi, con testimoni e quanto necessario sul luogo in cui, effettivamente, si teneva il collegamento.

Ed infine, il 12 aprile un funzionario del Guinnes World Record è stato testimone del QSO Nr 1.000.000, certificando un ottimo risultato per uno degli sforzi organizzativi di maggior portata al mondo che ha coordinato centinaia di attivatori in tutta Italia.

Maggio 2022: piccolo traguardo personale...

E sono 10.000... 10.000 QSO in CW ed in meno di 5 mesi:

10.000 QSO raggiunti la sera del 19 Maggio 2022

Non sono certamente tantissimi ma sono pur sempre tanti, anche in considerazione del fatto che, sul mio logbook personale, a far data dal 1994, ci sono salvati quasi 11.000 QSO... Ma è pur sempre un periodo di tanti anni, quasi trenta, oserei dire.

Operare con un nominativo speciale collegato a ciò che son considerate le "Olimpiadi della Radio" è molto diverso dal trasmettere con il proprio nominativo e, spesso, ci si trova di fronte ad un vero e proprio «muro» di chiamate dove districarsi diventa davvero difficile: ma la cosa importante resta non perdere mai la calma ed affrontare il pile-up con decisione.

Il doploma WRTC di maggio 2022

Con il termine del mese di maggio 2022, altro diploma: un pochino meno i QSO, meno i punti ma ugualmente tanto divertimento come attivatore.

A proposito: come attivatore mi ero riproposto di riuscire, entro la fine del periodo del WRTC, di raggiungere il numero di QSO salvati sul mio log di stazione, effettuati dal 1994 in poi e in qualsiasi modo di trasmissione.

A fine maggio, superato il numero di QSO del mio log di stazione

Quel traguardo è stato raggiunto (e superato) alla fine del mese di maggio 2022, operando, però, esclusivamente in CW: e così sono stati fatti, dal primo di gennaio al 31 di maggio 10.815 QSO contro i 10.812 salvati nel mio log di stazione durante tutto il periodo della mia licenza...

Anche questo è un buon risultato!