Icom IC-7400

In primo piano, IC-7400

Cosa dire dell'Icom IC-7400, se non che è una radio ben riuscita... Sembra quasi il fratello maggiore del piccolo IC-706. Quasi gli stessi comandi con un display di generose dimensioni, illuminato da una lampada al neon che, a volte, ci mette un pochino a partire.

Ma a parte questo, la parte ricevente è spettacolare: unisce il moderno DSP nella parte ricevente con un audio caldo da far invidia al 765 o al 751. Come il 950, si possono stringere o allargare i filtri, modificando ben tre preimpostazioni, per adattare la ricezione alle difficoltà della banda.

È un tribanda, potendo contare sulle HF, i 6 metri ed i 2 metri, e i tutte e tre con la massima potenza consentita; ha tre connettori di antenna, due per HF e 50 Mhz ed uno, separato, per i 2 metri, dove la ricezione e sensibilità è più che buona, dove si mostra essere un ottimo apparato da base buono sia per i collegamenti in SSB che per l'attività in locale o sui ponti ripetitori (anche con CCTSS) analogici.