Yaesu FT-200

Negli ultimi tempi, caratterizzati dalla digitalizzazione spinta di ogni cosa, si assiste, al contrario delle aspettative, ad una rivalutazione delle tecnologie ormai considerate desuete e "vintage", come, ad esempio, il vinile.

Yaesu FT-200

Sempre più appassionati si spingono a comprare, scambiare, desiderare, il vecchio disco nero, fatto di friscii ma, al tempo stesso, di un suono caldo forse neanche eguagliato dai modermi MP3, CD ed altre moderne diavolerie digitali.

Alla stessa stregua del vinile, le valvole, in generale, rappresentano ormai uno degli oggetti del desiderio di molti appassionati; sulle pagine di questo stesso sito ho raccontato la mia personale vicenda con un vecchio Trio TS-510 del 1969... Voglio continuare sulla stessa strada, presentando un suo coetaneo: lo Yaesu FT-200.

Si tratta di una radio realizzata dal famoso produttore giapponese nel 1969 e commercializzata per circa un decennio nel pieno degli anni 70.

Particolari interni del FT-200

Radio di costruzione robusta, fatta con il meglio della tecnologia del tempo, che associava, alla parte elettronica, con componenti discreti abilmente montati, una parte meccanica eccezionale, come, ad esempio, la doppia ghiera di selezione della frequenza con un meccanismo da fare invidia ad un orologio svizzero.

Il retro, dall'interno, con alcuni controlli

Il costo della radio, per quei tempi ormai lontani, era per pochi appassionati: possedere una radio come questa era, invece, il desiderio di tanti. Soppiantate solo dall'arrivo dei transistor, ma mai davvero dimenticate, le ricetrasmittenti a valvole, hanno ritrovato attenzioni e premure grazie ai tanti market place di Internet.

E proprio su Internet, un nostro amico, è riuscito a reperirlo per poi rivenderlo a Rocco, IU7EXQ che, da tempo, cercava una radio a valvole, ma solo a patto che fosse ben conservata... e che si è divertito a scrivere la breve storia del tanto agognato acquisto.

Uno sguardo veloce alla radio

La radio è una radio valvolare per le sole bande amatoriali: mancano, infatti, le bande WARC, entrate nella disponibilità di noi radioamatori solo molti anni dopo il suo ingresso sul mercato (il World Amateur Radio Conference del 1979); tuttavia, modificando i quarzi, è possibile sintetizzare le frequenze della Banda CB, molto vicina alla banda amatoriale dei 10 metri.

È un radio a singola conversione: le radio a quattro conversioni come FT-1000, IC-751A o IC-765, erano ancora molto in là da venire: purtuttavia, si difende benissimo ed ha un suono che solo le radio di un tempo potevano offrire: ho aggiunto un video in coda a questa pagina.

Visione interna, con una parte del P-Greco

La radio va accordata per trasmettere ed il suo p-greco riesce ad adattarsi ad impedenze che vanno da 50 a 120 OHm... Non male! Come tutte le radio del tempo, ha l'alimentatore separato che funge anche da box altoparlante.

Vista interna del blocco alimentazione

Curiosità sull'FT-200...

Tra le curiosità di questa radio, non resta che dire che il suo progetto, per molti aspetti innovativo e caratterizzato da un montaggio pulito, fu commercializzato anche da altri: il nostro FT-200 divenne il famoso "Tempo ONE" di Henry Radio Inc. (che ancora oggi distribuisce i misuratori Bird) e fu commercializzato in Svizzera come Sommerkamp FT-250... si trattava dello stesso apparato ma, per una questione legata a dazi e fisco, veniva rimarchiato dall'azienda svizzera con un nome diverso.

I circuiti visibili dalla parte inferiore

Ed ora, la parola al proprierario!

73 cari amici appassionati di radio!

Il calore delle valvole accese...

Oggi vi voglio parlare del mio "nuovo" Yaesu FT200.

Qualche giorno fa, mi recai da un caro amico per acquistare un lineare a valvole da lui costruito (ma questa è un'altra storia). Concluso l'affare, vidi tra le sue radio una bellissima signora in abito nero. Chiesi quindi qualche informazione al mio amico Antonello e se me la poteva presentare.

Mi racconta che la "Signora" proviene da un fondo di magazzino restato invenduto... Che capita poi tra le mani di un giovane CB il quale, per inesperienza, fa saltare le valvole finali... e che, infine, arriva a lui.

Mi dice che l'ha provata con delle valvole compatibili (le 6kd6), che aveva in uso su un altro apparato, e con queste eroga ben 200 watt e che ha un funzionamento perfetto.

Tuttavia, ciò che mi ha fatto decidere all'istante per il suo acquisto, è stato quando l'ha accesa per farmi sentire la sua melodia... la "radio in nero" canta con voce calda e sensuale come solo una Signora d'altri tempi sa fare!

Così, gli faccio la mia proposta di acquisto. Lui ci pensa un attimo e... me la cede! Portata a casa e fatta accomodare con molta gentilezza, la seduco e la privo dell'abito. Come fuori anche dentro è perfetta. La collego all'alimentazione e incomincia ad arrossire in alcuni punti e con un po' di malizia ma, dopo qualche istante, si fa vedere in tutto il suo splendore. Ora emana luce calda e dorata. Lei sa perfettamente quanto è bella e quanto può far godere un giovane e riverente Old Man...

Ed ora, il video dell'FT-200

Come ho sempre sostenuto sulle pagine di questo mio sito, non si può parlare di radio con soddisfazione, se non si può ascoltare l'oggetto dei nostri discorsi...

Per questo, ecco un breve video su come funziona questa bellissima radio vintage, fatto con i suoi circuiti ancora in vista: