V31AX, 18 aprile 2020

Immaginate una sera in cui non esci da casa da diversi giorni e dove l'unico contatto con il mondo, a parte il moderno cellulare, è la radio. Aggiungete, anche, una propagazione scarsa, assolutamente non favorita da un sole pigro da mesi ed al minimo del suo ciclo undecennale. Poi condite questo scenario con una frequenza dei 20 metri parca di soddisfazioni, a causa anche della tarda ora, e con pochissime stazioni, tra l'altro anche quasi incomprensibili con la verticale... Stazioni prevalentemente da USA e Canada ma con segnali così bassi che nemmeno il preamplificatore del lineare riesce ad esaltare.

QSO con V31AX, Paul in Belize

Ora, con questa situazione bene in mente, immaginate la sorpresa quando arriva un segnale netto, distinto, preciso che sale oltre il limite del lieve rumore di fondo e si staglia a ben 5!

Ecco, quel segnale, copiato mentre stava per concludere il collegamento con una stazione canadese, era quello di Paul, V31AX, proveniente dal Belize.

È anche certo che, il Belize, bisogna proprio andarlo a cercare: ed è lì, tra il Messico ed il Nicaragua, più piccolo della nostra Puglia con i suoi 22.000 Kmq, bagnato dal mare del Golfo del Messico. Si tratta di uno stato conteso dal Nicaragua e fa parte dei territori del Commonwealth britannico, con un numero di abitanti pari alla metà di quelli della provincia di Lecce e come capo dello stato la regina d'Inghilterra.

Capito che quel segnale era, potenzialmente, un bellissimo DX, non tanto per la distanza (poco più di 10.000 Km da me), quanto per il numero probabilmente molto esiguo di radioamatori attivi (quanti saranno mai su 360.000 abitanti?) e non lascio passare neanche un secondo prima di chiamarlo.

La mia chiamata attira immediatamente l'attenzione di Paul, che mi batte uno "speranzoso" (per me, ovviamente) "QRZ". Quel QRZ sta a significare che qualcosa, dall'altra parte, è stato copiato e che, certamente, invita a ripetere la chiamata.

Non mi faccio pregare: la seconda chiamata va in porto ed il QSO può cominciare. Come posso vedere dalla sua pagina di qrz.com, il mio corrispondente è un cittadino canadese che risiede, come lui stesso mi dice, a 10 km a nord della cittadina di Corozal, la più settentrionale del piccolo stato. Corozal ha poco più di 9.000 abitanti (meno della metà di quelli di Casarano, dove io vivo) e pare sorga sui resti di una antica città Maya, che costruirono, in questa parte dell'America Centrale, il loro grandioso impero, guadagnandosi il titolo di "Greci d'America".

Come si può vedere, fare il radioamatore non è solo fare un collegamento usando la radio, il microfono o il tasto ed un pezzo di filo (o di tubo) come antenna: significa anche scoprire posti lontani, luoghi dove altri radioamatori come te, vivono, lavorano, trasmettono. Significa visitare il mondo senza esserci di persona, arrivandoci alla velocità della luce, per breve tempo ma approfondendo, in seguito, quella visita che un casuale gioco dell'universo ci ha permesso di compiere con la nostra stessa attrezzatura...

Condizioni di trasmissione

Anche in questo caso, per il collegamento ho usato un amplificatore da 300 Watts (un BLA da base della RM) ed una antenna omnidirezionale quadribanda della Hy Gain, modello 14-AVQ. Ho usato il mio cellulare per registrare il QSO, particolarmente rilassante, grazie alla bassa velocità di trasmissione:

Audio: qso con V31AX

Condizioni di propagazione

Nella giornata del 18/04/2020, si registravano le seguenti condizioni di propagazione e di attività solare, con nessun rumore nel mio caso ma con un forte QRM registrato dal mio corrispondente e comunicatomi quando mi ha passato il rapporto di ricezione:

Condizioni di propagazione

La QSL? Ora viaggia su Internet!

Come si diceva una volta? Ah, ecco: Il piacere piĆ¹ grande di un QSO è ricevere la QSL (cioè la conferma d'averlo fatto). Ma, a quel tempo, bisognava aspettare i tempi della posta o del "bureau" oggi invece, grazie ad Internet, non è più così.

La conferma del QSO con e-Qsl

Infatti, dopo il QSO ho contattato per email Paul, per ringraziarlo e per inviare il file audio (in MP3) del nostro collegamento e, nella risposta, mi aveva assicurato di aver provveduto a darmi conferma in elettronico; oggi, quando ho caricato i dati dei collegamenti fatti mediante il mio CQRLog sui vari siti internet, ho avuto la piacevole conferma.

In questi tempi moderni è un obbligo, per tutti i Radioamatori, associarsi ad un sistema elettronico di conferma: LOTW, e-QSL e QRZ.COM offrono tutti degli ottimi servizi tutti assolutamente gratuiti; i programmi di logging per PC trasferiscono i dati per vostro conto e la conferma diventa un piacere oltre ad essere immediata consentendo l'accesso ai vari "Award". Grazie Paul!