Bibanda 27/28 e 50 Mhz

Antenna completa e montata

Ho chiamato l'antenna "bibanda" ma, in realtà è una antenna da 1/4 onda sui 28 e 50 mhz con una banda talmente larga da abbracciare anche la 27 Mhz, rendendola un ottimo sistema radiante.

Come tutte le antenne da 1/4 onda, non ha bisogno di altezze elevate: era montata sul un palo sufficientemente alto da non far toccare per terra i radiali per i 27/28 Mhz. Da quella altezza, ha funzioato in maniera eccezionale anche in 50 Mhz, permettendomi ottimi collegamenti durante il periodo estivo.

Veniamo alle note costruttive

l'isolatore con i due dischi in alluminio per i radiali

L'antenna è realizzata sfruttando uno degli spezzoni della Mantova 1, inserito in un corto spezzone di tubo in PVC e ad esso andorata mediante du bulloncini di acciaio; a sua volta, il tubo di PCV è innestato in un corto spezzone di tubo di alluminio di 1 mm di spessore, a sua volta, solidale al palo di sostegno. Una bobina di cortocircuito è avvolta intorno al tubo in PVC, mettendo in corto lo stilo. Anche in questo caso la bobina (10/12 spire di filo per impianti elettrici) non è critica.

Solidale alla lase dello stilo, esattamente usando i sue bulloni di acciaio che lo tengono fermo, è un pezzo di lamiera di alluminio da 1 mm da cui parte il secondo stilo, quello più corto dei 50 Mhz, per ottenere la seconda banda di trasmissione.

Al tubo di alluminio ho legato, mediante degli improvvisati ma stabili agganci, due dischi di alluminio, da 3 mm: sono il recupero di un vecchio hard disk da 5.25 pollici. I dischi sono stati disposti "a sandwich", stringendo tra essi i 7 radiali (quattro per 27/28 e tre per 50 Mhz); ai dischi è stato anche collegato l'SO238 necessario per collegare il cavo di discesa. Il centrale è collegato direttamente al lamierino di alluminio che sostiene lo stilo radiatore dei 50 Mhz.

Doppio accordo

analisi del ROS prima di un ulteriore affinamento

Una verticale 1/4 onda in configurazione ground plane, ha due sistemi di accordo: il primo, modificare la lunghezza dello stilo e dei radiali e, se i radiali sono più di uno, radiali di diverse lunghezze, variano la larghezza di banda. Il secondo sistema di accordo è l'angolo dei radili rispetto allo stilo: ho quindi costruito un sistema telescopico con due tubi da PVC che tirando i quattro verso il palo di sostegno, permette di accordare perfettamente l'antenna. La larghezza di banda fa il resto...

Impressioni d'uso

Ho usato questa antenna in 27 e 28 e anche in 50 con ottimi risultati; nonostante tutto, poco rumorosa ed in grado di farsi sentire, dimostrando un angolo di irradiazione sufficientemente basso; in 50 Mhz collegate molte stazioni dall'est, sino al Kazakistan che non è proprio duietro l'angolo, usando al massimo i 50 watts della mia radio.